lunedì 22 luglio 2013

Montello

Sacrario del Montello della Grande Guerra 1914/ 1918


Il Sacrario del Montello è uno dei principali ossari che raccolgono le spoglie dei caduti Italiani durante la Prima Guerra Mondiale . Il Sacrario sorge all'estremità est del Montello a quota 207 m.s.l.m . Raccoglie le spoglie di 9.235 Soldati Italiani, precedentemente sepolti in circa centoventi cimiteri sparsi lungo il fronte del Piave. 

Abbazia di Sant'Eustachio

La presenza di civiltà Romana è attestata dai numerosi reperti: nei pressi dell'Abbazia, furono ritrovati una colonna e la sepoltura di un libretto, risalente al I° secolo D.C. Si ipotizza sorgesse un fortilizio, mentre sul territorio sottostante era nella centuriazione di Treviso. 
Nervisia viene documentata per la prima volta in una bolla imperiale del 954, nella quale Ottone III donava il territorio ai conti di Treviso, i Collalto. La soria di Nervesa rimarrà a lungo legata a questa famiglia, che avevano sede nei vicini castelli di Collalto e San Salvatore, presso Susegana.
Furono proprio alcuni rappresentanti della casata a fondare, nel nel XI° secolo l'Abbazia di Sant'Eustachio e, più tardi la certosa del Montello. La prima va ricordata come notevole centro di cultura che ha ospitato diverse personalità quale Giovanni della Casa, che qui compose il suo Galateo.


 Montello

Il Montello una collina di circa 300 m.s.l.m . La Serenissima si serviva del suo legname di quercia per i cantieri. La storia più recente ci ricorda che tra questi boschi e lungo il Piave fu tetro di durissime battaglie della Grande Guerra, non a caso molti paesi hanno aggiunto alla proprio nome " Battaglia",
giusto per non dimenticare quanti Ragazzi morirono per la Libertà. 














Nervesa della Battaglia Palazzo Comunale

Panorama dalla Abbazia 




Resti dell'Abbazia 

Posta un commento