lunedì 12 novembre 2012

Il Piave ,Gruppo Fotografico Amatoriale



Noto per la turbolenza del suo corso, il Piave fino a tutta l'età romana sfociava in corrispondenza dell'estremità settentrionale dell'odierna laguna Veneziana, unendo le proprie acque a quelle del Brenta e del  Sile e raggiungendo il mare attraverso l'odierno canale san Felice  in corrispondenza del porto del lido.

In seguito alla spaventosa alluvione del 589 il fiume deviò verso nord il tratto finale del proprio corso, sfociando poco a sud di Jesolo, in corrispondenza dell'attuale foce del Sile, detta anche per l'appunto Piave Vecchia. Tale nuovo corso venne successivamente prima irregimentato dalla Repubblica Veneziana e quindi definitivamente deviato per allontanare i cospicui sedimenti trasportati dal fiume e dal vicino Sile dalle rotte navigabili da e per Venezia e per bonificare la circostante zona malarica.
Posta un commento